incontri

persone

futuro

Considerazioni

06 Aprile 2020

Ci pare il momento opportuno per condividere insieme alcune considerazioni circa aspetti sociali della vita di questi tempi.

Vediamo attorno a noi una gran attenzione ad aspetti sanzionatori. Gran impegno a segnalare persone, grande attenzione a richiedere e fornire dati circa numero di volanti in servizio per accertare e numeri di verbali e sanzioni effettuati. Certamente sarebbe impossibile immaginare il rispetto dei divieti solo affidandosi alla responsabilità personale ed al senso civico di ognuno ed è quindi innegabile l’utilità delle forze dell’ordine, cui va il nostro personale ringraziamento, a presidiare il rispetto di una norma che, vogliamo specificarlo, è dovere di tutti rispettare.

Vi preghiamo però, nel contribuire al dibattito pubblico che spesso concentra la sua attenzione alla ricerca di colpe e colpevoli fra i cittadini che non rispettano tali obblighi, non dimentichiamoci delle fasce deboli.

Di chi una casa non ce l’ha, di chi soffre di patologie psichiche, di chi ha problemi di dipendenza, di chi è troppo povero culturalmente per capire la portata del periodo e delle proprie azioni, dei bambini o ragazzi che una camera tutta loro non ce l’hanno, di quelli che a casa non hanno giochi o una connessione internet, di chi in casa non ci sta bene perché ha un partner o un genitore violento, e così via.. potremmo purtroppo continuare a lungo l’elenco. Queste, il periodo lo pagano doppiamente e non saranno certo le sanzioni ad aiutarle.

Facciamo attenzione che tutta questa eccessiva smania di controllo di cosa fanno gli altri non sfugga di mano raccogliendo malumori, insicurezze e paure che fino a ieri avevano semplicemente un nome diverso.

Facciamo notare piuttosto di come rischi, invece, di impedire di preoccuparsi di aspetti altrettanto importanti del problema attuale come di chiedere trasparenza circa la modalità con cui viene gestita la situazione a livello sanitario, circa la strategia con cui vengono o non vengono effettuati tamponi diagnostici a chi manifesta sintomi compatibili con il virus o quella con cui è stato affrontato il tema della tutela della sicurezza e della salute di ospiti ed operatori (colleghi a cui va tutta la nostra solidarietà) impiegati nelle strutture residenziali e nella sanità.

Non vogliamo essere fraintesi. Nostro obiettivo non è in alcun modo innescare una polemica, ma piuttosto cercare di riportare l’attenzione su una dimensione più ampia e forse completa del problema. Siamo certi, ne usciremo solo tutti insieme, attraverso responsabilità civica personale e gesti di grande solidarietà cui stiamo, per fortuna, assistendo spesso.

 

La Cooperativa Lunetica ONLUS